pellicole di sicurezza antisfondamento

Le pellicole di sicurezza sono degli speciali fogli adesivi in resina che vanno applicati alle lastre di vetro per aumentarne la resistenza. Tali pellicole hanno una doppia finalità: quella di sicurezza che evita, al momento della rottura della lastra, la creazione di pericolose schegge, e quella di sicurezza, che rende il vetro molto più resistente e che si rende così molto utile in caso di effrazioni ai danni delle vetrine dei negozi.
Una normale lastra di vetro può trasformarsi, una volta applicata da un professionista del settore una pellicola di questo genere, in un robusto vetro antisfondamento.

A che cosa servono
Come anticipato le pellicole di sicurezza antisfondamento servono a rendere più resistente il vetro nei confronti di urti violenti. Un normale vetro, infatti, si può rompere in seguito a molti fattori: grandine, vento, forti escursioni termiche, vibrazioni, impatti umani o da parte di oggetti esterni. Il vetro si romperà proiettando schegge e rischiando di provocare ulteriori danni e ferire le persone che si trovano nell’area. L’applicazione della pellicola di sicurezza garantirà invece la permanenza del vetro nel suo telaio e quindi la riduzione di danni a cose o persone dell’80% circa.
Grazie alle caratteristiche antischeggia, antinfortunio e antisfondamento trovano ampia applicazione nell’edilizia, e in particolare in edifici come scuole, ospedali, strutture sportive, ma anche per le vetrine dei negozi e ancora come protezione per opere d’arte. La legge prevede addirittura, per alcune tipologie di edifici come gli edifici pubblici aperti all’utenza, l’obbligo di installazione di vetri di sicurezza. Tale prescrizione si applica anche gli ascensori, alle balaustre e alle scale interne ed esterne.

Le tipologie
Le pellicole di sicurezza antinfortunio fanno sì che il vetro sia in grado di resistere ad impatti violenti senza frantumarsi. Rientrano nelle classi 1B1 e 2B2 individuati dalle speciali normative relative alla sicurezza.
La tipologia di pellicole antisfondamento ha come obiettivo primario quello di trasformarlo in una struttura che sia in grado di resistere ad atti vandalici, tentativi di intromissione e di proteggere da cadute dall’alto. In questo caso si parla di vetri di classe 1B1, raggiungile applicando alla lastra di vetro una pellicola dello spessore di 175 micron.
Infine le pellicole fungono anche da filtri solari, garantendo la protezione dal calore eccessivo fino al 79% ed evitando al 99% l’effetto abbagliante della luce solare.
Lo spessore delle pellicole va da 100 a 500 micron in base al grado di resistenza e di protezione desiderato. Vengono in genere applicate sulla superficie interna dei vetri e possono essere completamente trasparenti oppure donare al vetro un effetto satinato, che sommerà alle proprietà antinfortunio e antisfondamento anche l’effetto privacy.