Extrasistole: come e quando curarla con la natura

Soffri di extrasistole? Non disperare: qui troverai tutte le informazioni che desideri sulle extrasistole, su come curarle con i farmaci e su quando è invece possibile curarle con rimedi naturali. Esistono tanti sistemi fai da te per prevenire o ridurre il rischio di extrasistole: smettere di fumare o di bere alcolici, ridurre l’assunzione di caffeina, fare corsi di yoga aiutano a rigenerare il nostro cuore e a consentirgli di funzionare correttamente.

Cosa sono le extrasistole

Le extrasistole sono battiti cardiaci prematuri, una contrazione del muscolo del cuore che avviene prima di quanto dovrebbe naturalmente avvenire, provocando una vistosa anomalia nella successione regolare dei battiti. In sostanza, il cuore perde un battito, si ha un tuffo al cuore. Chiamata anche battito ectopico o battito prematuro, l’extrasistola è una patologia cardiaca molto comune ma da non sottovalutare.

Come diagnosticare le extrasistole

L’extrasistola provoca sintomi molti vari: dalla sensazione di un tuffo al cuore a quella di un nodo alla gola, dal battito mancato alle palpitazione, fino agli stati di ansia. Se avvertite uno di questi malesseri, sottoponetevi ad un elettrocardiogramma: dall’Ecg risulterà chiaramente se soffrite di battito ectopico.

Extrasistole: come e quando curarla con la natura

Gli esperti di ConsigliBenessere.org suggeriscono l’impiego di olio di pesce come cura naturale delle extrasistole: questo alimento reintegra i livelli di potassio e magnesio nel sangue favorendo la scomparsa di questo disturbo e migliorando il ritmo del cuore. Anche una cura a base di Vitamina C, secondo l’esperienza raccolta da consiglibenessere.org, previene le extrasistole. Provate inoltre il biancospino: le proprietà cardioprotettive di questo profumatissimo fiore riducono al minimo le extrasistole lievi e le extrasistole ventricolare. Assumere calcio, infine, consumare tisane di valeriana e camomilla ammortizza stress e ansia, causa della perdita dei battiti cardiaci. Per consiglibenessere.org è necessario evitare decongestionanti a base di adrenalina che invece peggiorano l’attività cardiaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *